Occupiamoci di Viareggio insieme ai viareggini

Occupiamoci di Viareggio insieme ai viareggini

Occupiamoci di Viareggio insieme ai viareggini

Ritroviamo il piacere di occuparci ogni giorno della nostra terra, insieme ai nostri concittadini: in quest'ottica, con gli amici che hanno partecipato all'ultimo direttivo, ho fissato per Viareggio una decina di tappe sulla tabella di marcia di Forza Italia che ci impegnerà fino a tutto il 2019.

La prima, venerdì 6 aprile al Grand Hotel Principe di Piemonte, è quella che ci vedrà a confronto con balneari e operatori ambulanti del commercio, per fare il punto su Bolkestein, balneazione e futuro dell'imprenditoria del mare insieme ai nostri parlamentari Mallegni e Bergamini e al consigliere regionale Marchetti.
Ma questa sarà, appunto, la prima: a maggio incontreremo gli albergatori, in autunno il comparto dell'artigianato, poi la cantieristica, i commercianti del Piazzone, i professionisti e tutti i cittadini che vorranno parlare con noi di sicurezza, viabilità, rapporti con la pubblica amministrazione e di tutti quegli aspetti e problemi che segnano la nostra socialità quotidiana.

Considero una mancanza di rispetto ricordarsi di una comunità solo nell'imminenza del voto. Se a un territorio ci si tiene davvero, dobbiamo avere il piacere, l'umiltà e l'intelligenza di conoscerlo e ascoltarlo ogni giorno: solo così, prendendosi anche qualche sana sberla quando serve, potremo fare qualcosa di buono. Per questo vi chiedo di ripartire ora, mettendo a frutto il tempo, il sapere e l'esperienza che ognuno di noi può dare a Viareggio e a Torre del Lago Puccini.
Tempo, sapere ed esperienza (anche amministrativa, quella maturata con la giunta del sindaco Luca Lunardini) che devono supportare e integrare il lavoro preziosissimo che il nostro capogruppo Alessandro Santini sta facendo dal 2015 in consiglio comunale e che ha dato a Forza Italia l'energia necessaria per restare vigile e fedele al proprio ruolo, sui banchi dell'opposizione.

Il percorso tracciato due anni fa, riportare il partito forzista “al suo posto, in mezzo alla gente" è quello giusto. Ce l'ha confermato anche l'ultima campagna elettorale. Ora dobbiamo iniziare a camminare.

Marco Dondolini

comitato

Related Articles

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close