proposta scuolabus viareggio

Servizio scuolabus: la nostra proposta

Ripristiniamo il servizio scuolabus con l’aiuto del Radio Taxi Viareggio: dopo le piogge quasi perenni di novembre e i puntuali intasamenti di automobili che si sono verificati nei pressi degli edifici scolastici (con disagi per i genitori, rischio sicurezza per i bambini e una mole di traffico non certo utile alla causa ambientale), ci siamo messi in cerca di una soluzione efficace e “creativa” per riattivare, in tempi e con costi ragionevoli, il trasporto scolastico soppresso dall’estate 2015 causa dissesto.

Se le casse comunali sono tornate davvero in salute, chiediamo al sindaco Del Ghingaro e all’assessorato alla pubblica istruzione di ripristinare il servizio scuolabus, anche per rendere di nuovo possibili le uscite didattiche in città. Ma siccome crediamo che questa operazione richiederà tempo, ci sembra utile una soluzione-tampone. Qui potrebbero dare una grandissima mano i tassisti viareggini.

Gli operatori del Radio Taxi Viareggio, infatti, hanno una conoscenza capillare del territorio e veicoli attrezzati con videocamere interne, senza dimenticare che proprio loro, l’anno scorso, lanciarono per l’utenza privata l’offerta Taxi-Scuola. Con il Comune ‘in cabina di regia’ quest’idea verrebbe valorizzata e messa a sistema, andando a riempire un periodo di lavoro non certo florido per la categoria e coinvolgendola di più nella quotidianità cittadina.

L’ente municipale diventerebbe “partner” del progetto e contribuirebbe alla definizione di alcune questioni operative, dai costi (in parte a coperti dal Comune e con ulteriori sgravi calmierati sulla dichiarazione Isee) fino alla scelta dei plessi scolastici da servire che, almeno in partenza, dovrebbero essere quelli più critici sul fronte degli accessi. Niente vieta, poi, che questa soluzione d’emergenza possa diventare definitiva, magari con l’ingresso di altri operatori locali di trasporto e la predisposizione di un bando completo.

Abbiamo sempre sostenuto e promosso la necessità di una sinergia sana fra pubblico e privato che porti beneficio alla città in termini di servizi e di creazione di nuovo lavoro, senza svendite d’occasione ma con un reciproco vantaggio: siamo certi che i tassisti sarebbero disponibili a discuterne con un’amministrazione comunale attenta e collaborativa, per elaborare una soluzione sostenibile, utile e innovativa.

#primaditutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *