turismo mare inverno primaditutto

Turismo, obiettivo “Viareggio Mare d’Inverno”

Si parla tanto di diversificare l’offerta turistica ma se non ne ragioniamo seriamente e con spirito pratico insieme alle nostre imprese, resteremo qui a parlarne ancora, per anni, e basta, leccandoci inutilmente le ferite. Mentre in Puglia e in Romagna, ad esempio, già da tempo si è passati ai fatti. Le iniziative singole sono apprezzabili e anche a Viareggio non mancano, ma per avere un risultato serve una regia unica. E un Comune può, anzi, deve, svolgere questo compito, se davvero tiene allo sviluppo del proprio territorio.
Il nostro “Viareggio Mare d’Inverno” nasce nel mese di ottobre, con un’indagine fra gli operatori balneari di Viareggio e Torre del Lago Puccini per individuare quali siano interessati a iniziative di utilizzo della spiaggia anche nel periodo invernale, attrezzandola con lettini, plaid, strutture mobili tipo paravento, giochi per bambini oppure riattivando le strutture sportive montate durante l’estate, come i campi da beach tennis o beach volley.
Stilato l’elenco di stabilimenti balneari aderenti, costruire una sorta di “brand” coinvolgendo anche altri operatori turistici di zona (in primis albergatori e titolari di punti ristorazione) e partire con il “mare d’inverno” nei fine settimana di dicembre, gennaio e febbraio, sempre salvo maltempo. Trattandosi di un’operazione sperimentale, potremmo destinare alle attività balneari che partecipano una quota della tassa di soggiorno, per far fronte alle spese che, almeno nella prima fase, non potranno sicuramente essere coperte dagli incassi.
Serve anche una cornice tecnica e giuridica: adeguare allo scopo il Piano di utilizzo degli arenili, attualmente in discussione in coda al regolamento urbanistico e disciplinare quanto di necessità con Capitaneria di Porto e Demanio.
E’ uno sforzo di creatività e comunicazione che un Comune deve fare: Forza Italia ha sempre cercato di valorizzare il ruolo di chi investe denaro ed energie e siamo certi che, insieme ai nostri imprenditori, riusciremo a trovare la formula migliore per conciliare il bisogno di ‘tirare il fiato’, dopo la stagione estiva, e quello di offrire nuove opportunità attrattive e di turismo per Viareggio e Torre del Lago Puccini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *